Buganvilla con Vray

Come creare una buganvilla realistica con ivy generator e vray

Questo è un semplice tutorial per creare un pianta di buganvilla con Vray (ma ovviamente può essere usato per creare ogni altro tipo di pianta e con altri motori di rendering). Ci sono molti modi per creare una pianta in 3d, come pflow o 3dsmax scatter, questo è solo un modo diverso che trovo più immediato per me. Per seguire il tutorial avete bisogno di avere:
 

 

1) guruware ivy plugin 0.91b che potete scaricare qui

2) vray 1.5 sp3+ (vrayproxies e vray2sided material)

 

Ivy plugin settaggi

Non mi soffermerò nel processo di installare e usare il plugin, sul sito dell'autore del plugin c'è un'ottima documentazione a riguardo, ma consiglio vivamente di giocare un pochino con i vari settaggi per avere un'idea di come essi interagiscano con la crescita della pianta. Per la buganvilla di questo tutorial ho voluto creare una pianta non troppo attaccata all'oggetto dove si arrampica e che abbia molto volume di foglie e fiori sulla parte superiore.

Nello specifico ho usato i seguenti settaggi:

 

 

Grow-Parameters

 

Grow-Size: 7.0 cm

Up-Vector: 0.2

Primary Weight: 0.4

Random Weight: 0.2

Gravity: 1.2

Adhesion: 0.1

Adh. Distance: 10.0 cm

Branching: 0.3

Max Length: 300,0 cm

Length Variation: 2.0

max Parents: 4

Grow

Stop at: 2000


Un piccolo consiglio se userete la vostra pianta in proggetti complessi è meglio esportare l'oggetto o gli oggetti dove la pianta crescerà e lavorare il tutto su un file separato, visto che viene utilizzata molta memoria e qualche crash può sempre capitare. Una volta preparata la potete reinserire nel vostro file di lavoro come vrayproxy

 

Modellazione della buganvilla

Una volta che i settaggi sono sistemati basta clicckare nel punto dove si vuol fare crescere la pianta (apparirà un piccolo cursore a croce verde) e lasciare che la pianta si sviluppi e sia convincente. Quello che voglio cambiare ora è l'aspetto piatto delle foglie (di default sono semplici piani mappati con opacità). Quindi per pima cosa si va a creare una variante delle foglie, partendo da un semplice piano 3x3 o 4x4 al quale si possono assegnare dei modificatori bend e twist (se non spostare a mano i vertici) fino ad ottenere qualcosa di simile all'immagine qui sotto:

 

leaf_tutorial

 

 

Ora creo due ulteriori copie del gwIvy object, una che userò per creare il mio gruppo di foglie e una che mi servirà più tardi per creare i fiori. Quindi in totale avrò tre copie dell'oggetto di partenza. Sulla prima copia lascio le foglie direttamente dal plugin con valori alti di "density" (qualcosa come 0.7).

 

Sulla seconda copia prima di tutto vado a ridurre la "density" delle foglie a 0.2 (E' FONDAMENTALE!!! Dei valori alti di density possono rallentare il computer fino a renderlo inutilizzabile!). Per questo oggetto gwIvy va nascosto tutto e lasciate solo le foglie relative ai "young branch" (rami giovani)

 

panels settings

 

Quindi posso selezionare dal primo slot del "leaf meshes" la foglia che ho creato precedentemente e il plugin andrà ad usarla sulla vostra pianta. Una cosa importante è cambiare "seed" e "chaos" sui parametri delle "leaves" per avere un po' di variazione della posizione delle foglie stesse e quindi evitare che si sovrappongano a quelle del primo oggetto

 

panels settings tutorial

 

 

Una volta che siete contenti del risultato ottenuto potete convertire l'oggetto in poligoni e quindi in un vrayproxy. Ho preferito avere 3 vrayproxies diversi da assemblare poi per potere gestire ulteriori variazioni (ad esempio mettere la pianta senza fiori), ma ovviamente si può creare un vrayproxy unico con tutta la pianta.

Ora ripeteremo lo stesso procedimento per i fiori. Iniziamo con il creare un fiore molto semplice:

 

fiore tutorial vray

 

Di nuovo ho selezionato questo oggetto fiore nel mio "leaf meshes" slot, cambiando ancora "Seed" e "Chaos" e mettendo una "density" di partenza di 0.2. Una volta che siete soddisfatti del risultato potete convertire in poligoni e creare il vostro vrayproxy. Stesso discorso ovviamente per il primo gwIvy object.

 

Rendering con vray

Dopo aver convertito ogni oggetto a poligoni e prima di esportarlo a vrayproxy vado ad assegnare un vray2sided material alle foglie e ai fiori per dare un pochino di lucentezza che aggiunge non poco realismo alla pianta.

Quindi per finire allineamo i tre vrayproxies nella posizione originale e siamo pronti per il rendering, questo è il mio risultato:

 

3d_rendering_bouganvillea

 

Questo procedimento non è sicuramente ideale nel caso vi servano dei close up della pianta, ma se non vi avvicinate troppo ai fiori e alle foglie potete comunque ottenere dei validi risultati della vostra buganvilla.

 

buganvilla ravvicinata