www.nexusoneitalia.com

L'idea:

Verso fine Dicembre 2009 ho deciso di creare un sito che andasse a coprire diverse funzioni. Doveva essere un blog, doveva essere una piccola palestra sperimentale per Drupal e anche un esperimento di indicizzazione sui motori di ricerca.

Non sapendo da dove partire ho iniziato a seguire i trend del momento e quello che all'epoca mi ha colpito subito è stato appunto l'imminente arrivo del primo telefonino Google che sarebbe dovuto diventare portabandiera del sistema operativo Android.

Da lì è iniziata l'avventura, ho registrato subito il dominio www.nexusoneitalia.com e dopo un paio di giorni era già pronta online la prima versione del blog.

Dopo qualche mese di continui aggiustamenti, modifiche, nuove implementazioni, articoli su articoli, quello che è nato come esperimento si è trasformato in una vera propria passione. Il blog mi ha portato a conoscere un sitema operativo del tutto estraneo, Android, visto che fino a prima ero sempre stato un felicissimo utente iPhone. Da lì l'idea di espandere il sito non solo al Nexus One, ma a tutto il mondo di Android seguendone passo passo lo sviluppo, l'introduzione sul mercato di nuovi dispositivi e tablet, nuove release del sistema operativo stesso etc. etc.

 

Drupal:

Aver realizzato il sito in drupal è stato andare un pochino controcorrente. Tutti i principali blog italiani tecnologici sono basati su wordpress, ma visto che uno degli obiettivi iniziali era proprio avere una palestra sperimentale, ho voluto creare un blog che mi lasciasse totale libertà di creare ogni sezione a piacimento, libertà di integrare un forum interno e non esterno, libertà di creare una vera sezione applicazioni e molte altre cose che sono in lavorazione e verranno rilasciate nei mesi futuri.

 

Posizionamento sui motori di ricerca:

Questo forse è il punto che più mi ha colpito del sito www.nexusoneitalia.com. Sicuramente l'URL ha aiutato moltissimo in quanto tante ricerche sono giunte fin da subito proprio per cercare notizie sull'arrivo del Nexus One in italia generando fin dai primi mesi un traffico del tutto inaspettato. Ma poi ho visto che il sito ha iniziato a comportarsi egregiamente anche per moltissime altre parole chiave raggiungendo la prima pagina di Google per ricerche molto competitive. Il tutto senza calcare troppo la mano con ottimizzazione per i motori di ricerca, ma puntando maggiormente ai contenuti, alla freschezza dei contenuti e allo seguire di volta in volta gli argomenti più caldi del momento.